PIERO DEL VERDE

Condottieri di ventura

2113      PIERO DEL VERDE  (Paolo del Verde) Tedesco. Signore di Colle di Val d’Elsa.

 + 1385 ca.

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1375

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dic.

Firenze

Chiesa

 

 

Umbria

Ai primi del mese si presenta davanti a Città di Castello con molti soldati e, con l’aiuto di 14 abitanti, fa sì che la città si ribelli allo stato della Chiesa; assedia gli avversari che si sono rinchiusi nel cassero ponendosi davanti alla cattedrale ed alla Porta di Santa Maria. Alla notizia della ribellione l'abate di Montmajeur Gherardo di Puy, governatore di Perugia, invia Giovanni Acuto in soccorso dei difensori. Il condottiero inglese cerca di entrare in città per la Porta di Santa Maria; si collega con i difensori del primo castello che ancora resistono; tenta di entrare nel cassero che immette in città. I tifernati si difendono, a loro volta, lanciando frecce incendiarie ed altri materiali combustibili sul ponte che comunica con l'abitato. Alla fine gli inglesi sono costretti ad abbandonare l'assalto. L'Acuto ripete un altro tentativo che ha pari esito; si ritira.

1376

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett.

 

 

 

 

 

 

Marche

Si dirige verso Ascoli Piceno con Piero del Bianco. Verso Fabriano è assalito da Giovanni e da Gentile da Varano: i 2 condottieri respingono gli avversari e catturano loro 100 cavalli.

1378

 

 

 

 

 

 

Toscana

E’ inviato con Arnaldo Tedesco in soccorso dei senesi.

1379

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Estate

Antip.

Chiesa

50 cavalli

Toscana Lazio e Umbria

Si trova a Celle con 50 cavalli; Rinaldo Orsini chiede il suo appoggio per impadronirsi di Orvieto. Indossa la divisa che contraddistingue i pontifici, tocca Acquapendente e l’Afina di Sugano; giunto a Borgo San Sepolcro (Sansepolcro) ed a San Paolo in Campo, corre fino alla porta delle Fornaci (Santa Maria del Carmine) e vi cattura 57 mercorini che conduce a Celle.  

……....

 

 

 

 

 

 

Toscana

Si fa signore di Colle di Val d’Elsa. E’ affrontato dal conte di Pitigliano Aldobrandino Orsini; catturato con i suoi uomini,  gli è imposta una taglia di 500 fiorini.

1381

Perugia

Fuoriusciti

 

 

Umbria

 

 

1382

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.

 

 

 

 

 

 

Umbria

Assale i fuoriusciti in Castel d’Arno e conquista la fortezza in due/tre giorni. Di  seguito sorveglia il territorio per impedire eventuali scorrerie da parte degli avversari.

1384

 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

"Huomo in quei tempi nel mestier dell'armi molto pratico e valoroso." PELLINI

 

 

"Condottieri di Ventura" è stato concepito come un work in progress aperto al contributo di tutti i frequentatori del sito. I fatti riportati nelle singole schede non sono corredati da note: dietro ad ogni informazione c'è una bibliografia attenta il cui vaglio è costato un arco temporale superiore al decennio. In ogni caso chiunque voglia segnalare inesattezze, integrare dettagli mancanti o semplicemente chiedere ulteriori delucidazioni, può inviare una email al seguente indirizzo: condottieridiventura at yahoo.it

A Gabriella